Dragon boat, le grandi canoe con la prua effigiata a testa di drago, che partecipano ai campionati di uno sport ormai
largamente diffuso in Canada e in Australia e già praticato in buona misura anche in Italia, si sono date convegno nei
giorni scorsi nelle acque dell'Idroscalo di Milano, dove ha avuto luogo il festival mondiale delle spettacolari imbarcazioni.
Ogni "dragone" rinverdisce un'antica tradizione cinese e ospita da dieci a venti vogatori, con un tamburino seduto a
prua che ritma il tempo e con un timoniere a poppa che "guida"lo sforzo di chi agisce con la lunga pagaia. All'Idroscalo
si sono confrontate, in una gara appassionante, squadre provenienti da ogni paese, dalle Filippine, al Canada, dalla
Ungheria agli Stati Uniti, e tra di esse quelle composte dalle Ladies in rosa, ovvero le donne operate al seno provenienti
da tutte le città italiane, da Roma, da Pavia, da Jesolo, da Torino, da Milano, che hanno scoperto in questo sport un
salutare ed efficace esercizio.
A loro è dedicata questa rassegna fotografica che ha colto alcuni momenti dello "sforzo" e dell'appassionata tensione
prodotta a favore della vita.


Forza e coraggio sono le prerogative delle “signore in rosa” che partecipano alla “gara” per un vita riconquistata alla normalità. Auguri e …ad maiora.
 
  Le Pink Amazon  allo start
sei
  La foto di gruppo...
 sette           ;                ;          
...e poi la premiazione
tredici
 Con passione al traguardo
sedici

Avanti al ritmo di tamburo
diciotto                                                                                 
In gara per la vita
venti                                                                   
 Verso la meta          
ventidue