Alla Rotonda della Besana in attesa della nuova sede museale

Il Premio Milano - Museo del Presente

prosegue con due nuovi appuntamenti

 

Il Progetto "Anteprima Bovisa" finalizzato a proporre a Milano manifestazioni di livello internazionale nel settore dell'arte contemporanea in previsione della apertura del Museo del Presente negli ex gasometri della Bovisa, continuerà nel 2002 con due nuovi importanti appuntamenti espositivi. A curarli sarà Jean-Hubert Martin, consulente artistico del Comune di Milano per il Museo del Presente. Ad ospitarli, in attesa del completamento della trasformazione dei due grandi gasometri in sede museale ed espositiva, sarà la Rotonda della Besana. Alessandra Mottola Molfino, direttore centrale del Settore Cultura e Musei del Comune di Milano ed i suoi collaboratori stanno definendo date e programmi che saranno ufficializzati a fine anno dall'Assessore alla Cultura Salvatore Carrubba. Si è intanto definito il bilancio della prima fase di avvicinamento al Museo del Presente che ha visto Milano tornare da protagonista nell'arte contemporanea internazionale con due grandi appuntamenti: la mostra Milano Europa 2000. Fine secolo. I semi del futuro, allestita alla Triennale e al PAC e il Premio Milano - Museo del Presente per l'arte contemporanea. Notevolissimi l'interesse ed il dibattito sollevati dalla Mostra che intendeva proporsi come una panoramica dell'arte degli ultimi ventanni in Europa. Venti i Paesi partecipanti con 120 artisti, che hanno presentato alla Triennale e al PAC circa 200 opere, in parte realizzate proprio per questa esposizione. Milano Europa 2000. Fine secolo. I semi del futuro è stata visitata da 19.242 persone, un numero di visitatori che pone questa mostra tra le esposizioni d'arte contemporanea più visitate in Italia. I visitatori ed una giuria composta da personalità della Milano imprenditoriale, delle arti, della moda, della cultura hanno definito il vincitore del Premio Milano - Museo del Presente, secondo una formula assolutamente nuova nel panorama dei grandi premi internazionali dell'arte contemporanea. Tra i 120 artisti partecipanti alla mostra è risultato vincitore del Premio (50 mila Euro) il russo Alexander Brodsky per l'installazione Coma. La medesima Giuria ha assegnato anche il Premio Sothebys per l'arte contemporanea italiana, all'artista Stefano Arienti. La scelta è stata compiuta tra i sette artisti italiani partecipanti a Milano Europa 2000. Fine secolo. I semi del Futuro. I 10 mila Euro del Premio-acquisto promosso da Sothebys sono stati destinati all'acquisizione di un'opera di Arienti che farà parte della collezione del futuro Museo del Presente alla Bovisa. Menzioni speciali sono andate all'artista inglese Cornelia Parker, che fino all'ultimo ha conteso con Brodsky il premio, e a Federico Diaz, artista della Repubblica Ceca, che ha ricevuto il maggior numero di voti da parte del pubblico. La Giuria ha inoltre segnalato un ampio gruppo di opere da acquisire per il futuro Museo e, grazie ad un fondo appositamente costituito dal Comune di Milano, si sono già avviate le trattative per l'acquisizione.

======

Fino al 2 dicembre a Palazzo Bagatti Valsecchi

Centocinquanta disegni di Natale

in una gande mostra di beneficenza

Centocinquanta disegni di Natale realizzati da noti cartonist italiani e stranieri tra i quali Colantuoni, Cossu, DAntonio, Del Principe, Font, Freccero, Giannelli, Golberg, Lazarus, Mercenaro, Matticchio, Silver, Toppi, sono esposti sino al 2 dicembre al Palazzo Bagatti Valsecchi di Milano di via Santo Spirito 10. Organizzata dalla Fondazione Francesca Rava N.P.H.Italia Onlus, in collaborazione con il Comune e la Regione Lombardia, ha lo scopo di sensibilizzare il tema dell'infanzia a sostegno della Fondazione che aiuta i bambini orfani e abbandonati del Centro America. Tutti i fumetti e i cartoons in bianco e nero e a colori presenti alla mostra, al termine della rassegna, verranno venduti con un'asta di beneficenza on line ospitata da eBay (www.ebay.it) .Il ricavato, unitamente alla vendita del catalogo che contiene tutte le opere esposte che gli artisti hanno dato gratuitamente, sarà devoluto interamente alle attività di sostegno della Fondazione.

Orario: 10-19 tutti giorni; giovedì 10-21. Ingresso 8.000 lire. Visite guidate per scuole e gruppi (5.000 lire). Al bookshop saranno presenti artisti per caricature e disegni ai visitatori. Informazioni al telefono 02.551.94.958.