LA NOTIZIA.Durante alcuni controlli al parco Sempione, ierisera tra le 17 e le 21, la polizia ha arrestato per spaccio undici africani e sequestrato tre etti di hashish e 50 grammi di marijuana. L'operazione ha visto anche la partecipazione di tre dei dieci equipaggi di agenti su motociclette in funzione antiscippo. I "falchi", recentemente presentati a Milano dal ministro dell'Interno Enzo Bianco. Erano stati chiamati per rincorrere tre spacciatori che tentavano di fuggire per sottrarsi all'arresto.


LE COMUNICAZIONI DEL MINISTRO DEGLI INTERNI

A bordo di agili e potenti moto nel traffico, daranno la caccia a scippatori e malviventi che insidiano la tranquillità dei cittadini nelle strade urbane. Sono i poliziotti (in borghese per consentire loro di agire senza essere riconosciuti) delle speciali pattuglie motomontate che il ministero degli Interni ha destinato a Milano per far fronte all'emergenza della microcriminalità. La notizia è stata data dal ministro Bianco che ha illustrato ieri in questura le finalità del nuovo servizio a presidio della sicurezza pubblica. I poliziotti antiscippo - ha precisato il titolare del Viminale - hanno avuto uno speciale addestramento e sono in grado di agire con tempestività, di colpire i malviventi come dei "falchi". Una formula, quella che fa riferimento alla determinazione del rapace, che è stata già sperimentata a Catania e in tutta la Sicilia e ha fatto scendere il numero degli scippi del 70 per cento. "Le moto dei Falchi saranno dieci per turno - osserva Bianco - e porteranno così a oltre 80 il numero complessivo di pattuglie della polizia impegnate giornalmente". Altri particolari sul potenziato servizio di polizia a Milano li ha forniti direttamente il questore Vincenzo Boncoraglio. "Di notte - ha precisato - le pattuglie non sono mai meno di 50, montate su vari mezzi, tra volanti, moto, pattuglie appiedate e auto civetta". Ma il potenziamento in termini di efficienza è un dato che riguarda tutto il paese. "Lo sforzo per rispondere alla domanda di sicurezza dei cittadini ha portato 10 mila pattuglie in più nelle strade di tutta l'Italia dal '99 ad oggi" , ha precisato il ministro.Ma non è tutto. Nell'ambito dello sforzo per accrescere il ivello di sicurezza, il prefetto Bruno Ferrante ha concluso l'iter procedurale per individuare i comuni del milanese in cui saranno inaugurate 12 nuove Stazioni dei caranbinieri nei prossimi mesi .Ma tutto questo non basta al sindaco Albertini che è entrato in questi giorni (anche se dice di non voler fare campagna elettorale) nel clima agitato di chi si preoccupa di acchiappare voti. Ha approfittato della celebrazione della giornata commemorativa dei caduti delle Forze dell'ordine,per manifestare il suo rammarico: "Credo che avere più forze dell'ordine sia una necessità". L'invio a Milano di quaranta "falchi" che opereranno in borghese e a bordo di potenti motociclette per arginare soprattutto il fenomeno degli scippi, - ha detto - "ha colmato, in parte una carenza d'organico delle forze dell'ordine". Ma snon è ancora sufficiente: dopo questi primi 40 uomini aspettiamo gli altri 460 necessari per completare l'organico a garanzia della sicurezza in città". Mala lamentela non pare fondata. Il governo ha già compiuto uno sforzo notevole per assicurare sicurezza ai milanesi. Ed altri provveduimenti, già annunciati, seguiranno nel breve periodo.